PREGHIERE

una lunga storia da Santa Ildegarda a Renato Zero





Fa parte della lunga storia dell’uomo la credenza di una dimensione sovrannaturale, regno degli Dei e delle anime dei defunti. In ogni società umana è quindi nato il rito , inteso come meccanismo per ottenere un contatto tra questi mondi. I riti, le danze, i canti, le preghiere sono diventati i mezzi per accendere questo contatto sia nelle civiltà primitive:



Cerimonia religiosa nel Senegal:

http://www.youtube.com/watch?v=-5LpIeX8CG8



Popolazione Tshwane

http://www.youtube.com/watch?v=nF92Ua0Van0&feature=related





sia nella nostra civiltà.



In questa pagina ripercorriamo la storia delle preghiere musicali, partendo da Santa Ildegarda di Bingen fino ai nostri giorni, per scoprire l’evoluzione del linguaggio musicale nel Sacro. Dalle morbide evoluzioni celestiali dei canti di Santa Ildegarda si passa gradualmente ad un’espressione musicale dove il sentire umano, con i suoi slanci e i suoi abbandoni, prende pieno possesso.

Ripercorriamo anche attraverso l’aiuto di opere d’arte il mistero del contatto terreno-divino, che ha una connotazione particolare nella civiltà cristiana:



Franca Bavaj: L’Incarnazione

L’amore di Dio scende come fiamma nel corpo della Vergine. E’ questo l’incipit del contatto tra cielo e terra, che fa parte solo della nostra tradizione.





Andrea Gambugiati: Annunciazione



La sottomissione della Vergine e la sofferenza sono due elementi, che Andrea Gambugiati ha voluto mettere in evidenza.

Sesto A.Luchetti: Deposizione



Il Frutto del sacro concepimento si sacrifica sulla Croce. Nella deposizione di Luchetti il volto di Cristo e quello della Vergine si confondono in un mistico abbraccio.

Diego De Minicis: Via Crucis, I Stazione

Cristo è un punto di riferimento per l’umanità.

Franco Morresi: Deposizione (parte della Via Crucis)



Sbigottimento e sottomissione, dolore e donazione sono i fondamenti di questo contatto tra i due mondi: l’umano e il divino.



I Periodi musicali

Durante il Medioevo, la struttura musicale era monofonica, cioè con una sola linea melodica. La musica vocale sacra, come i canti gregoriani, sono stati fissati al testo latino e cantati non accompagnati. E’ stato l'unico tipo di musica permesso nelle chiese, così i compositori mantennero le melodie pure. Più tardi, i cori della chiesa aggiunsero una o più linee melodiche ai canti gregoriani. Questo procedimento ha creato la trama polifonica, cioè con due o più linee melodiche.

Nel tardo medioevo e nel Rinascimento si sviluppa il contrappunto, cioè la presenza, in una composizione o in una sua parte, di linee melodiche1 indipendenti che si combinano secondo regole tramandate dalla tradizione musicale occidentale.

Il contrappunto si è sviluppato durante il tardo Medioevo e Rinascimento, ed è stato dominante nei periodi successivi, caratterizzando in particolar modo la musica barocca.
La parola contrappunto deve la sua origine dal metodo di contrapporre ad un canto fermo (cantus firmus), cioè ad una voce avente una melodia tratta generalmente dal canto gregoriano ed esposta a valori larghi, una nuova melodia, secondo regole che si andarono sviluppando via via nel corso del tempo giungendo all’apice dello sviluppo nel 1500. L’uso sapiente del contrappunto raggiunge un suo grande equilibrio in Palestrina.

Successivamente si sviluppa la musica barocca, votata al desiderio di stupire e divertire l'ascoltatore: cambi repentini di tempo, passaggi di grande virtuosismo strumentale o vocale e l'uso del contrappunto e della fuga, sono gli elementi che più caratterizzano la produzione musicale di questo periodo, insieme ad uno sviluppato senso dell’improvvisazione. Nella musica sacra si abbandona la polifonia verso la monodia e nelle Chiese si preferivano delle musiche di più facile ascolto, da cui nasce la Cantata.

Il Settecento rappresenta un periodo innovativo della storia dell’umanità da parecchi punti di vista, sia scientifico che artistico. Si fa sempre più acuto il contrasto fra tradizione ed innovazione, contrasto che tocca anche le scelte musicali. La progressiva crescita delle grandi città permette alla musica di aprirsi ad un pubblico più vasto ed eterogeneo, che decreta inequivocabilmente la supremazia della musica strumentale rispetto a quella cantata, a parte il melodramma, che ha uno sviluppo continuo. Ad inizio secolo, presso le corti più importanti nasce la galanterie, forma comunicativa in cui convergono diversi stili ricchi di virtuosismi e di invenzioni estetizzanti a scapito della profondità intellettuale. La galanterie ama le piccole formazioni, il clavicembalo e la melodia delicata e piacevole, con attenzione verso la capacità di generare emozioni. La galanterie, grazie alla sua ricerca dell’effetto, dà comunque una spinta decisiva all’affinamento delle tecniche di esecuzione, aspetto che diverrà fondamentale nella stagione romantica.

La musica romantica è la musica composta secondo i principi che dominarono dal 19° secolo agli inizi del 20° secolo. Il musicista di tale periodo non è più un dipendente di Chiese e Corti o Salotti, ma è un libero compositore e quindi il linguaggio musicale subisce una rapida evoluzione. Infatti al compositore del periodo romantico la libertà professionale dette la possibilità di esprimere i propri sentimenti e le proprie passioni senza essere ingabbiato in regole formali.
In questa nuova libertà formale la melodia ebbe un ruolo-chiave come veicolo dell'espressione, che poteva essere variegata (frenetica o malinconica) anche grazie al frequente uso del “modo minore”. Le dinamiche si fecero più irregolari, costellate dalle variazioni , accelerandi, rallentandi, rubati. Lo strumento più in voga fu il pianoforte che permetteva di produrre una vasta quantità di gradazioni di timbro ed intensità.
Tipiche di questo periodo sono le forme musicali come il notturno, la romanza senza parole, il Lied, caratterizzate dalla concisione, che permetteva un'espressione immediata dei sentimenti e dei moti dell’animo umano. Se poi i brani erano scritti "di getto" sotto la spinta di una ispirazione prendevano il nome di improvviso. Si generarono così due opposte tendenze: l'Intimismo e il Virtuosismo. Il primo si affidava a suoni delicati e raffinati, evitava le folle, ed era più adatto a salotti raffinati e colti.. Il virtuosismo si avvaleva di sonorità imponenti, di fiumi di note e di arpeggi. Si rivolgeva cioè alla folla e voleva mandarla in delirio, trionfando su di essa.






Hildegarde von Bingen (1098-1179)2


Visione
http://www.youtube.com/watch?v=jMnXjLD7J24

Spiritus Sanctus
http://www.youtube.com/watch?v=LJEfyZSvg5c&feature=related

Ave Generosa
http://www.youtube.com/watch?v=2fRN7Czrs8Q



Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525-1594)3



Alma Redemptoris Mater

http://www.youtube.com/watch?v=uWq-SdmNMmA


Magnificat

http://www.youtube.com/watch?v=Jvz3XGpNsts&feature=related


Vergine bella

http://www.youtube.com/watch?v=6SJlEQi2t40&feature=related



Giulio Caccini (1551-1618)4



Ave Maria:
http://www.youtube.com/watch?v=LlwnfDQvk7I&feature=related

Si possono ascoltare i due seguenti brani di Caccini per confrontarli con l’Ave Maria


Udite udite amanti:
http://www.youtube.com/watch?v=j-ixwwaVWXk


Dolcissimi sospiri

http://www.youtube.com/watch?v=CcaQiJn-lJc&feature=related






Vincenzo Galilei5 (1520-1591)



Saltarello6
http://www.youtube.com/watch?v=62NWfmbiHtA


In exitu Israel

http://www.youtube.com/watch?v=fJtVBYX2FVk&feature=related




Girolamo Fescobaldi (1583-1643)



Toccata all’elevazione, missa cum jubilo

http://www.youtube.com/watch?v=8DpLPUx6mxk





Claudio Monteverdi (1567-1643)



Vespro della Beata Vergine

http://www.youtube.com/watch?v=cGfKpW-pu7A


Christe adoramus te

http://www.youtube.com/watch?v=NYaUalR58sg


Benedetto Marcello (1686-1739)



O mio Signore e mio Dio

http://www.youtube.com/watch?v=g_MnNgxXAeU





Jean Philippe Rameau (1683-1764)



In Convertendo

http://www.youtube.com/watch?v=dLcuRfJzetI&list=PLB1EFC8F9B39BBC9E&index=1&feature=plpp_video







Antonio Vivaldi (1678-1741)



Gratias agimus tibi

http://www.youtube.com/watch?v=tLwEZZxuM1k


Kyrie

http://www.youtube.com/watch?v=MsfF6zFShbM&feature=related


Salve Regina

http://www.youtube.com/watch?v=l8oktCJbzlY&feature=related



Beatus vir salmo 111, RV597
http://www.youtube.com/watch?v=z544-i-gBI4


Stabat Mater

http://www.youtube.com/watch?v=178PlKYU3GY&feature=related




Arcangelo Corelli (1653-1713)



Sonate da Chiesa

http://www.youtube.com/watch?v=qCTBb4TEjoQ







Jan Dismas Zelenka (1679-1745)



Laetatus sum

http://www.youtube.com/watch?v=6HSrEaTYhGQ



Te Deum

http://www.youtube.com/watch?v=lP15QuJecZw





Johan Pachelbel (1653-1706)



Magnificat

http://www.youtube.com/watch?v=ObtX-EhFBMo





Marc Antoine Charpentier (1643-1704)

Magnificat à trois voix
http://www.youtube.com/watch?v=Hu_5p400SeQ


Henry Purcell (1659-1695)



Hear my prayer, o Lord

http://www.youtube.com/watch?v=eoNh91quaL8



The blessed Virgin’s expostulation
http://www.youtube.com/watch?v=7eN-tvmXkNY




Georg Friedrich Haendel (1685-1759)



Oh, mio Signor

http://www.youtube.com/watch?v=C8u2qb8g2u0&feature=related


Dixit Dominus

http://www.youtube.com/watch?v=JSxP0Ky3izA&feature=related


Ode à Sainte Cecile

http://www.youtube.com/watch?v=4E_AixxcpR8&feature=related


Thus saith the Lord of hosts7

http://www.youtube.com/watch?v=VNTHPa7UHWQ


Gloria

http://www.youtube.com/watch?v=YvPV29a2SYk




Franz Joseph Haydn (1732-1809)



Salve Regina

http://www.youtube.com/watch?v=vek3VQ7Yf-Y&list=PL6B358CAE9FE42E40&index=1&feature=plpp_video


J.S.Bach (1685-1750)



Ich habe genug8
http://www.youtube.com/watch?v=rDmmb9DVH_E


W.A.Mozart (1756-1791)



Laudate Dominum

http://www.youtube.com/watch?v=-J8rKIS-66E&feature=related



G.B.Pergolesi (1710-1736)



Salve Regina

http://www.youtube.com/watch?v=T5-nRoGU-qg


Domenico Scarlatti (1685-1757)



Salve Regina

http://www.youtube.com/watch?v=uF5azK7whIU&feature=related



L.Van Beethoven (1770-1827)



Inno al Creatore

http://www.youtube.com/watch?v=b0qvtpZMOUg&feature=related




Luigi Cherubini (1760-1842)



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=-XRHuoOUW_M


Gaetano Donizzetti (1797-1848)


Ave Maria
http://www.youtube.com/watch?v=0XcqiIyxQkM&feature=related



F,Schubert (1797-1828)



Ave Maria
http://www.youtube.com/watch?v=LT1SXJjHb94

Mille Cherubini in coro
http://www.youtube.com/watch?v=TsocECax7CA



Bach-Gounod (1818-1893)



Ave Maria9



http://www.youtube.com/watch?v=N6jtO5-Q0YY&feature=related


http://www.youtube.com/watch?v=sM5TG90YQ1g


http://www.youtube.com/watch?v=d97zkAanaZY&feature=related










Franz Listz (1811-1886)



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=yomvt_87nSI&feature=related



Felix Mendellsson Bartholdy (1809-1847)



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=rnawinGLcSE


P.Ciaikovskij (1840-1893)



Pater Noster

http://www.youtube.com/watch?v=zjO6PLG0M-E


Inno dei Cherubini

http://www.youtube.com/watch?v=SZQzW_QfPew&feature=related



César Franck (1822-1890)

Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=p1Oi_B8bTuw




Anton Bruckner (1824-1896)



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=vbHKnUhdv8g



A.Dvorak (1841-1904)



Stabat Mater

http://www.youtube.com/watch?v=H3vLgjJSgtA


Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=lA1i9Fs_0xE&feature=related



Gustav Mahler (1860-1911)

Resurrection

http://www.youtube.com/watch?v=Idyzy0eGckk



Bedrich Smetana (1824-1884)



Suite di Natale, la nascita

http://www.youtube.com/watch?v=ymNztJm-mCA





Francesco Masciangelo (1823-1906)



Christus

http://www.youtube.com/watch?v=U8FZ5RODjIg





Zoltan Kodaly (1882-1967)



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=n4q0DeHwJ-Y&feature=BFa&list=UUYkqMz-K3qv-udv6TKZnyTA





Licinio Refice (1885 –1954)



Ombra di nube

http://www.youtube.com/watch?v=AkdT3f3UkEw





Krzystof Penderecki (1933)



Canto dei Cherubini

http://www.youtube.com/watch?v=2-Bjp9jptbM&feature=related



Sergei Rachmaninoff (1873-1943)



Prega il Signor

http://www.youtube.com/watch?v=oYvw7jm-lsw&feature=related



Lorenzo Perosi (1872-1956)



Maria Mater Gratia

http://www.youtube.com/watch?v=Hu5pKSq0Mg0



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=t5iqd9-U2Yw&feature=related



La Passione di Cristo secondo S.Marco, La cena del Signore

http://www.youtube.com/watch?v=1zc-vlqJhDM&feature=related





Lino Liviabella (1902-1964)


Ave Maria
http://www.youtube.com/watch?v=A2kmJsDPeTE






Gabriel Fauré (1845-1924)



Salve Regina

http://www.youtube.com/watch?v=LlIlfHnVsxA&feature=related






Edvard Grieg (1843-1907)



Ave Maris Stella

http://www.youtube.com/watch?v=Ob82I57CsoA




Igor Strawinsky (1882-1971)

Canticum Sacrum

http://www.youtube.com/watch?v=lE8WE6YIy-M




Gianfrancesco Malipiero ( 1882-1973)

La Passione

http://www.youtube.com/watch?v=1g2hy3YT1tk




Nino Rota (1911-1979)



Ave Maris Stella

http://www.youtube.com/watch?v=lsizx7JJ1sg



Charles Aznavour (1924)



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=ZYDVUUAGffs&feature=related




Marco Frisina (1954)


Vergina Madre
http://www.youtube.com/watch?v=TjrVXKv6NDw&feature=related



Domenico Bartolucci (1917)

Kyrie

http://www.youtube.com/watch?v=ACEXFSl7JqQ



Adeste fideles

http://www.youtube.com/watch?v=Jb2gn2JpDgg









Giuseppe De Rosa (1973)

Calvario

http://www.youtube.com/watch?v=dJJAjCoBPrk





Marina Valmaggi



Regina del Cielo

http://www.youtube.com/watch?v=4E1QCkN6DjY



Inno Akathistos

http://www.youtube.com/watch?v=cClDfPYRsAQ&feature=relmfu



Cantico delle creature

http://www.youtube.com/watch?v=JI8fMIXEP9M





Enzo Bocciero



Our Father

http://www.youtube.com/watch?v=h5BD-tbGGOE&list=UUYkqMz-K3qv-udv6TKZnyTA&index=10&feature=plcp



Andrew Lloyd Webber (1948)



Pie Jesu

http://www.youtube.com/watch?v=cGtPGmqJCjA&feature=related





Renato Zero (1950)



Ave Maria

http://www.youtube.com/watch?v=ayCo7bhuZdk


http://www.youtube.com/watch?v=b5ygzFKvlxc&feature=related





Michal Lorenc (1955)



La Passione di Cristo (2004)
http://www.youtube.com/watch?v=2y8ZnrNd7uE&feature=related




Marco Betta (1964)

Resurrexi

http://www.youtube.com/watch?v=grz1sgys2Q0



Alfred Schnittke (1934-1998)



Requiem

http://www.youtube.com/watch?v=GqdB3WU_CXI



György Ligeti (1923-2006)



Requiem

http://www.youtube.com/watch?v=v1PoNnW4Gjk&feature=related



Bruno Maderna (1920-1973)


Requiem
http://www.youtube.com/watch?v=vMOR0flIjt8



Ricky Mantoan

Preghiera alla Dea

http://www.youtube.com/watch?v=TPBq81tuDpA





Vytautas Miskinis (1954)

Pater noster

http://www.youtube.com/watch?v=rqZ9Eec6PkA&feature=related



Credo

http://www.youtube.com/watch?v=HVhMzre35lU&feature=related



Laudate pueri dominum

http://www.youtube.com/watch?v=CxdZ1UQlOUc







Leonard Bernstein (1918-1990)



Chichester Psalms

http://www.youtube.com/watch?v=QcF3t-W3Wi8&feature=related



Aldo Clementi (1925-2011)



Halleluja (variazioni su una corale di Bach)

http://www.youtube.com/watch?v=5X8J-k6-nh4



Karleinz Stockausen (1928-2007)



Stimmung10

http://www.youtube.com/watch?v=4pzeXBuzl8Q





Olivier Messiaen (1908-1992)



Regard de la Croix

http://www.youtube.com/watch?v=G9ohOXuTaZ0



Première Communion de la Vierge

http://www.youtube.com/watch?v=DaSmgxN-Das





Giorgio Ammirabile (1976)



Torno alla vera adorazione

http://www.youtube.com/watch?v=Np-gPRnxxws












1La melodia è una successione di suoni di differente altezza e durata, che genera una struttura musicale di senso compiuto. Essa è una delle compnenti fondamentali del linguaggio musicale insieme al ritmo, all’armonia, al timbro, all’agogica e alla dinamica.

2Nobile tedesca, scrittrice, musicista, mistica. La sua vita fu segnata dalle sue Visioni, che iniziarono quando lei era fanciulla e che segnarono il suo pensiero: la sua visione della natura era incardinata negli elementi salienti della cultura scientifica del suo tempo e nella sua capacità di percepire la forza della Creazione operante negli esseri viventi.




3Maestro della polifonia vocale sacra, svolse la sua attività di compositore (per lo più) di musica sacra (messe, mottetti, lamentazioni, magnificat).

4Musicista, arpista, compositore e cantante. Fece parte della CAMERATA DE’BARDI, che rinnovò la musica e gettò le basi del melodramma. Vi è un’erronea credenza secondo cui avrebbe composto una AVE MARIA, che invece sembra sia stata composta da Vladimir Vavilov nel 1970 e da lui pubblicata come opera di anonimo, successivamente attribuita dall’organista Mark Shakhin a Caccini. L’aria ebbe successo mondiale grazie alla cantante Irina Arkhipova.


5Padre di Galileo

6Il saltarello è forse l’erede nostrano delle danze dei sacerdoti Salii dell’antica Roma.

7Thus saith the Lord, the Lord of Hosts: Yet once a little while and I will
Shake the heavens and the earth, the sea and the dry land. And I will
Shake all nations, and the desire of all nations shall come. (Haggai
2:6-7)
The Lord, whom ye seek, shall suddenly come to His temple, even the
Messenger of the Covenant, whom ye delight in; behold, He shall come,
Saith the Lord of Hosts. (Malachi 3:2)


8E' quanto mi basta,
ho preso il Salvatore, la speranza dei giusti,
tra le mie braccia che l'attendevano;
è quanto mi basta!
Ho potuto vederlo,
la fede ha impresso Gesù sul mio cuore;
ora desidero, anche oggi stesso,
andarmene con gioia.




9È una melodia sovrapposta al preludio n°1 in do maggiore dal I libro del clavicembalo ben temperato di J. S. Bach


10The German word "Stimmung" has several meanings, including "tuning" and "mood". The word is the noun formed from the verb "stimmen", which means "to harmonize, to be correct", and related to "Stimme" (voice). The primary sense of the title "implies not only the outward tuning of voices or instruments, but also the inward tuning of one's soul" (Hillier 2007, 4).